Xagena Mappa
Medical Meeting
Onco News
Pneumobase.it

Esposizione ai bifosfonati orali e rischio di tumore esofageo


L’uso dei bifosfonati orali è aumentato notevolmente negli Stati Uniti e in altri Paesi.

L’esofagite è un effetto collaterale noto dei bifosfonati e studi recenti hanno suggerito l’esistenza di un legame tra uso di questi farmaci e il tumore esofageo, ma tale legame non è stato ancora studiato con attenzione.

I ricercatori della Queen's University a Belfast, nel Regno Unito, hanno condotto uno studio per valutare l’associazione tra uso di bifosfonati e tumore dell’esofago.

Sono stati utilizzati i dati estratti dal UK General Practice Research Database per confrontare l’incidenza di cancro esofageo e gastrico in una coorte di pazienti trattati con bifosfonati per os nel periodo 1996-2006.

I tumori sono stati identificati in base ai codici del Read/Oxford Medical Information System.

La principale misura di esito era l’hazard ratio ( HR ) per il rischio di tumore esofageo e gastrico in persone trattate con bifosfonati rispetto a persone non-trattate con tali farmaci.

Il follow-up medio è stato, rispettivamente, di 4.5 e 4.4 anni nelle coorti bifosfonati e controllo.

Escludendo i pazienti con follow-up inferiori a 6 mesi, sono state arruolate 41.826 persone in ciascuna coorte ( 81% donne; età media 70 anni ).

Nella coorte bifosfonati si sono manifestati 116 tumori esofagei o gastrici ( 79 esofagei ) contro i 115 ( 72 esofagei ) nella coorte controllo.

L’incidenza di tumore esofageo e gastrico, combinati, è stata pari a 0.7 per 1000 persone-anno di rischio in entrambe le coorti; l’incidenza del solo tumore esofageo nelle coorti bifosfonati e controllo è stata, rispettivamente, di 0.48 e 0.44 per 1000 persone-anno di rischio.

Non è stata osservata differenza nel rischio di cancro dell’esofago e dello stomaco, combinati, tra le coorti per utilizzo di qualsiasi bifosfonato ( hazard ratio aggiustato, HR=0.96 ) o nel rischio di solo tumore esofageo ( HR=1.07 ).

Non sono state nemmeno evidenziate differenze nel rischio di tumore esofageo o gastrico in base alla durata dell’assunzione dei bifosfonati.

In conclusione, tra i pazienti del UK General Practice Research Database, l’utilizzo di bifosfonati orali non è risultato associato in modo significativo a tumore esofageo o gastrico incidente. ( Xagena2010 )

Cardwell CR et al, JAMA 2010; 304: 657-663


Farma2010 Gastro2010 Endo2010


Indietro