Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Rischio di frattura del femore atipica rispetto alla prevenzione della frattura da fragilità con i bifosfonati


I bifosfonati sono efficaci nel ridurre le fratture dell'anca e le fratture osteoporotiche. Tuttavia, le preoccupazioni per le fratture atipiche del femore hanno contribuito a ridurre sostanzialmente l'uso dei bifosfonati, e l'incidenza delle fratture dell'anca potrebbe essere in aumento.
Rimangono incertezze sull'associazione tra fratture atipiche del femore e bifosfonati e altri fattori di rischio.

Sono state studiate donne di età pari o superiore a 50 anni che ricevevano bifosfonati e che erano iscritte al sistema sanitario Kaiser Permanente della California meridionale ( Stati Uniti ); le donne sono state seguite nel periodo 2007-2017.

L'esito primario era la frattura del femore atipica.

I dati sui fattori di rischio, compreso l'uso dei bifosfonati, sono stati ottenuti dalle cartelle cliniche. Le fratture sono state giudicate radiograficamente. Il profilo rischio-beneficio è stato modellato per un periodo compreso tra 1 e 10 anni di utilizzo dei bifosfonati per confrontare fratture atipiche associate con altre fratture oggetto di prevenzione.

Su 196.129 donne, si sono verificate 277 fratture del femore atipiche.
Dopo l'aggiustamento per multivariabili, il rischio di frattura atipica è aumentato con una maggiore durata dell'uso dei bifosfonati: l’hazard ratio ( HR ) a meno di 3 mesi è aumentato da 8.86 per 3 anni fino a meno di 5 anni a 43.51 per 8 anni o più.

Altri fattori di rischio includevano etnia ( HR per asiatici vs bianchi ), altezza, peso e uso di glucocorticoidi.
La sospensione del bifosfonato è stata associata a una rapida diminuzione del rischio di fratture atipiche.
La diminuzione del rischio di fratture osteoporotiche e dell'anca durante 1-10 anni di uso dei bifosfonati ha superato di gran lunga l'aumento del rischio di fratture atipiche tra i bianchi, ma meno tra gli asiatici.

Dopo 3 anni, sono state prevenute 149 fratture dell'anca e si sono verificate 2 fratture atipiche associate ai bifosfonati nei bianchi, rispetto a 91 e 8, rispettivamente, negli asiatici.

Il rischio di frattura atipica del femore è aumentato con una maggiore durata dell'uso dei bifosfonati ed è diminuito rapidamente dopo l'interruzione del bifosfonato.
Gli asiatici hanno avuto un rischio maggiore rispetto ai bianchi.
Il rischio assoluto di frattura atipica del femore è rimasto molto basso rispetto alle riduzioni del rischio di fratture dell'anca e di altre fratture con il trattamento a base di bifosfonati. ( Xagena2020 )

Black DM et al, N Engl J Med 2020; 383: 743-753

Endo2020 Farma2020


Indietro